Biodiesel in italia 2011: prezzi e vantaggi



Il biodiesel è un particolare tipo di combustibile che viene ottenuto da fonti rinnovabili quali possono essere oli vegetali o grasso animale. Rispetto al gasolio ottenuto dal petrolio, il biodiesel riduce di molto le emissioni di prodotti della combustione quali CO e CO2 e, non contenendo composti di zolfo abbatte anche il problema collegato al rilascio in atmosfera di SO2. Il biodiesel, come detto, viene ottenuto da sostanze rinnovabili al termine di un processo di trans-esterificazione che lo rende simile a quello di origine minerale.
Dal punto di vista economico, la produzione di Biodiesel è piuttosto gravosa fatto che costringe lo Stato italiano a rinunciare completamente all’accisa di cent/litro per rendere questo combustibile concorrenziale con il diesel. Secondo le norme vigenti il biodiesel va miscelato, in una quota del 4% che diventerà dal  del 5%, con il gasolio utilizzato come combustibile per le auto italiane.  Il biodiesel ci offre alcuni vantaggi dal punto di vista ambientale che però vanno a scontrarsi con difficoltà economiche di reperimento. Basti pensare che la quota di importazione di questo combustibile va ad aumentare anno dopo anno. Nel 2010 l’aliquota dell’import per il settore si è attestata al 51%.
Ci troviamo di fronte ad un lungo processo di cambiamento del sistema di approvvigionamento energetico della nostra società. Il biodiesel, sebbene rappresenti una nicchia dell’intero sistema, può configurarsi come un buon investimento su cui puntare per soppiantare i ben più dannosi, e sempre meno economici, combustibili derivanti dal petrolio.