Energia idroelettrica: vantaggi e svantaggi



L’energia idroelettrica è una tipologia di energia pulita e che non comporta alcun tipo di emissioni nocive per l’ambiente e viene prodotta sfruttando l’energia potenziale gravitazionale di una massa d’acqua, ad esempio una cascata, posta ad una certa altezza che viene trasformata in energia cinetica al superamento di un determinato dislivello. L’energia idroelettrica è estremamente diffusa nel mondo ed in Italia rappresenta la fonte energetica alternativa principale al petrolio comprendo circa il 15% del fabbisogno energetico del paese.
L’idroelettrico è una risorsa di fondamentale importanza per soddisfare al meglio i bisogni energetici della società moderna grazie alla sua peculiarità di produrre energia pulita, e rinnovabile, senza alcun tipo di emissioni e senza la necessità di dover andare alla ricerca di un combustibile potenzialmente limitato e spesso molto costoso.
Tuttavia il sistema di produzione idroelettrico è fortemente svantaggiato dalla stessa natura con cui l’energia viene prodotta. La necessità di avere a disposizione una massa d’acqua posta soggetta ad un certo dislivello limita gioco forza la possibilità di impiegare su larga scala l’idroelettrico che per tanto resta correlato a precisi vincoli di natura ambientale che obbligano l’energia idroelettrica a restare radicata su un specifico territorio. L’idroelettrico porta con sé, purtroppo, un grosso fattore di impatto ambientale poiché gli impianti vanno ad influenzare inevitabilmente la flora e la fauna della zona circostante. Un lato negativo necessario se si vuole sfruttare una risorsa capace di dare, a basso costo e con scarse necessità di manutenzione per altro, grandi quantità di energia pulita.