Fonti di energia rinnovabili e non rinnovabili



Sempre di più negli ultimi tempi sentiamo parlare di energie rinnovabili ed energie non rinnovabili. Ma cosa sono effettivamente? Il nostro mondo, così come l’uomo l’ha concepito, ha bisogno di energia per andare avanti: per mangiare, per muoversi, per tutto. Se alcune fonti energetiche ci fanno produrre grossi quantitativi di energia con poco sforzo, gas e petrolio, finora combustibili principi utilizzati quotidianamente, non dureranno in eterno. Questi infatti non sono rinnovabili, sono finiti e prima o poi li consumeremo tutti.
Altre fonti energetiche invece, come il sole ed il vento, sono rinnovabili, infinite. L’uomo però ha investito molto tardi su tali risorse e attualmente, nonostante un trend in continua crescita che si avvicina alle fonti rinnovabili, la situazione non è delle più rosee. Pensiamo infatti che il carbone è ancora la risorsa più utilizzata (praticamente la metà dell’energia elettrica per uso domestico deriva dal carbone) e, a questo ritmo, gli esperti hanno stimato che in 200 anni il pianeta Terra non avrà più carbone.
Per inquinare di meno, avere energia pulita ed aiutare il nostro pianeta bisognerebbe investire ed utilizzare le fonti rinnovabili. Dalla biomassa, ovvero “tutti quei materiali di origine animale e anche vegetale che non hanno subito alcun processo di fossilizzazione e sono utilizzati per la produzione di energia” per utilizzare la definizione di Wikipedia, si possono ricavare grandi quantitativi di energia ma attualmente siamo lontani dalla sua produzione in massa. L’energia idroelettrica è invece molto utilizzata e anche nel nostro paese sono moltissime le centrali che sfruttano i corsi d’acqua per produrre energia. Altra fonte rinnovabile è l’energia solare, che attraverso l’assorbimento dei raggi UV del sole riesce a creare energia elettrica utilizzabile per qualsivoglia uso. Molti privati, aziende e amministrazioni stanno installando pannelli solari per poter ottimizzare i costi energetici. Infine altra fonte infinita è l’energia eolica che sfrutta il vento, lo “raccoglie”, attraverso le pale eoliche e, dopo un processo di trasformazione, lo fa diventare energia.