I principali incentivi per il fotovoltaico



Quando parliamo di incentivi per il fotovoltaico non possiamo di certo tralasciare il grande ruolo giocato dal cosiddetto Conto Energia. A partire dal 27 agosto del 2012, infatti, è entrato in vigore il Quinto Conto Energia che libera diversi miliardi di euro di incentivi nel campo delle energie rinnovabili.

In particolar modo, questa misura fa sì che a partire da tale data e sino al raggiungimento di un costo cumulativo degli incentivi pari a 6.7 miliardi di euro, sia data spinta agli italiani di investire nel fotovoltaico.

Grazie al Conto Energia, non si ha solo modo di godere delle agevolazioni concesse sull’installazione degli impianti, ma tale misura riconosce altri particolari vantaggi in termini di energia prodotta: tramite il rimborso della tariffa omnicomprensiva, applicato sulla quantità di energia prodotta e immessa nella rete elettrica, e per mezzo di una tariffa specifica di rimborso per quanto riguarda l’energia auto-consumata.

Per poter beneficiare di tali vantaggi occorre essere in possesso di:

  • Piccoli impianti con potenza pari o inferiore a 1000 kW, impianti operanti in “scambio sul posto” con potenza pari o inferiore a 200 kW, impianti installati su aree pubbliche.
  • Grandi impianti con potenza superiore ai 1.000 kW ed impianti non rientranti tra i cosiddetti “piccoli impianti”.
  • Impianti fotovoltaici integrati (realizzati con moduli innovativi e di ultima generazione) ed impianti fotovoltaici a concentrazione.

Inoltre, qualora si rinunci ai vantaggi introdotti dal Quinto Conto Energia, diviene possibile beneficiare delle detrazioni IRPEF sull’acquisto e sulla realizzazione di impianti ad uso domestico. La normativa vigente, introdotta dal Decreto Sviluppo 2012, sancisce che coloro i quali sostengano una spesa per l’installazione di un impianto fotovoltaico, possano recuperarne il 50% pur rispettando il tetto massimo ad oggi fissato in 96.000 euro per unità immobiliare.

Insomma, gli incentivi che mirano alla produzione di energia elettrica pulita sono pochi ma sostanziosi. Tuttavia i fondi in esaurimento rendono sempre più difficile il perseguimento di questa strada su un lasso di tempo a medio-lungo termine.
Infatti, laddove v’è un beneficio per una data categoria di persone, d’altra parte c’è un segno meno nel Bilancio statale: i costi che sosteniamo per finanziare gli incentivi al fotovoltaico sono stimati in 100 euro annui a persona.