Incentivi Energie Rinnovabili: novità in arrivo?



Il governo italiano pare intenzionato a mettere a disposizione un ulteriore quota di 3,5 miliardi di euro l’anno, per 20 anni (o almeno fino al 2020) per incentivare lo sviluppo delle energie rinnovabili elettriche. E’ possibile leggerlo all’interno del piano di Strategia Energetica Nazionale, che ormai pare giunto a stesura definitiva (la notizia, in ogni caso, è stata anticipata da Agi, agenzia giornalistica specializzata nel settore).

I fondi verranno assegnati in base a “criteri di priorità” capaci di favorire l’efficienza e l’innovazione tecnologica con conseguente abbassamento dell’impatto ambientale e ricadute positive soprattutto sulla filiera industriale nazionale. Il punto fermo però era e resta contenere e se possibile abbassare i costi in bolletta per i consumatori, accompagnando lo sviluppo con incentivi che nel tempo saranno soggetti ad una riduzione complessiva, commisurati tra le altre cose al costo della tecnologia (a sua volta stimato al ribasso).

Quel che resta da vedere è che criteri di ripartizione saranno decisi, in ultimo, dall’esecutivo. E anche la quantità effettiva di denaro che sarà direttamente immessa in “circolazione” onde aiutare il consolidamento del settore.